Radiologia

Eseguita da personale tecnico sanitario specializzato, la radiologia convenzionata ,questa metodica utilizza radiazioni ionizzanti che aumentano il rischio di sviluppare tumori, a lungo termine, poiché inducono mutazioni cellulari. Per questo motivo è necessario un motivo valido per eseguirla e la prestazione deve essere richiesta da un medico che motiverà la necessità di eseguirla e l’ assenza di alternativa diagnostica.
Come tutte le prestazioni che utilizzano le radiazioni ionizzanti non deve essere eseguita su donne in comprovato o sospetto stato di gravidanza, per tale motivo al momento dell’ indagine viene richiesto un consenso scritto su cui la paziente attesta la certezza di non essere in gravidanza.
Nei soggetti giovani e nei bambini il personale provvede a proteggere con materiale piombato le gonadi.
Con questa tecnica di indagine si studiano l’ apparato scheletrico e altri distretti. Rappresenta generalmente un’ indagine diagnostica preliminare.

Come viene eseguito un esame radiologico

L’esecuzione di una radiografia non è dolorosa e non necessita di particolare collaborazione da parte del paziente, viene richiesto comunque l’ assoluta immobilità e il mantenimento per alcuni secondi della posizione suggerita dal personale tecnico che esegue l’ indagine.
A volte è necessario togliere alcuni capi di abbigliamento perché la presenza di materiale metallico ostacola il risultato diagnostico.
Non è necessaria alcuna preparazione da parte del paziente.

Un medico specialista radiologo esamina successivamente la prestazione eseguita ed elabora una risposta scritta che assieme alla documentazione (pellicola o cd), complessivamente definito referto radiologico, viene successivamente consegnata al paziente.
Per questo motivo la tempistica della consegna del referto radiologico è dipendente dalla presenza del medico radiologo e quindi può variare, ma generalmente non necessita più di alcuni giorni.

Condividi su:

Radiologia: prenota online