Diabete, presentato a Campi Bisenzio il nuovo numero de I Quaderni di Pas

E’ stato presentato a Campi Bisenzio il quarto numero de “I Quaderni di Pas” dal titolo “La retinopatia e la nefropatia diabetica”, realizzato dalle dottoresse di Rete Pas Francesca Lepri, oculista e Cristina Grimaldi, nefrologa.
“Questo nuovo numero de “I Quaderni di Pas” –  ha dichiarato Mario Pacinotti, presidente Fondazione Pas –  si inserisce all’interno di una serie di pubblicazioni che mirano a rappresentare un valido contributo in termini di diffusione di quelle esperienze e competenze di elevata qualità medico-scientifica che si sono in parte formate e sviluppate nell’ambito dell’offerta sanitaria delle Pubbliche Assistenze prima e della Fondazione titolare del marchio Pas – Centri medici del no-profit poi.
Questo perché qualità per noi significa, non solo stare dentro ai criteri normativi ed agli standard imposti dal legislatore, non solo lavorare con impegno per ricercare un grado sempre più elevato di appropriatezza e investimenti adeguati allo sviluppo delle tecnologie in ambito sanitario, ma vuol dire anche agire efficacemente per migliorare la qualità delle relazioni, perché crediamo fortemente che lo sviluppo del privato “sociale”, del Terzo Settore, in sanità debba trovare collocazione in un quadro di collaborazione con il sistema sanitario regionale, con i professionisti che operano sul territorio e con la medicina generale.
In questo senso – continua Pacinotti – possiamo anche vantare un rapporto fiduciario con i cittadini che ogni anno decidono di associarsi alle nostre realtà e fruire dei servizi che siamo stati in grado di costruire nel tempo: un valore straordinario  che dobbiamo coltivare con cura insieme a tutti i rappresentanti dei territori in cui operiamo.
Siamo convinti infatti che la nostra offerta sanitaria, specialistica e diagnostica, oggi strutturata in una rete di poliambulatori presenti a Scandicci, a Campi Bisenzio, a Pontassieve e a Firenze nel Quartiere 4 e da poco nel Quartiere 2, oltre a continuare a distinguersi per facilità di accesso da parte degli utenti (tariffe sociali, tempi di attesa contenuti e qualità dell’accoglienza), debba anche continuare a favorire la formazione di una “squadra” di professionisti che si mettono a diposizione con senso di responsabilità sociale e con la sensibilità necessaria per promuovere anche la conoscenza.
Offriamo questo testo come contributo di arricchimento professionale e come spunto di collaborazione che nasce dall’esperienza concreta della nostra attività. Ringrazio per il contenuto la dott.ssa Francesca Lepri, oculista e la dott.sa Grimaldi Cristina, nefrologa, augurandomi che questo nostro lavoro possa essere non solo apprezzato, ma possa essere inteso anche come strumento in grado di contribuire al raggiungimento dell’obbiettivo comune e al benessere dei cittadini”.
Salva

Diabete, presentato a Campi Bisenzio il nuovo numero de I Quaderni di Pas

You May Also Like