Prevenzione orale in età pediatrica e adolescenziale

La prevenzione orale è probabilmente l’unica strategia certa ed efficace per ridurre il rischio di incorrere in patologie del cavo orale o nella perdita dei denti. Se, però, da adulti la prevenzione viene fatta grazie a controlli periodici, è altrettanto vero che l’educazione all’igiene orale e la familiarità con la figura del dentista si costruiscono sin da piccoli.

In questo articolo, la dottoressa Katia Mongardi, odontoiatra specializzata in Ortodonzia e Pedodonzia (odontoiatria pediatrica) parla dell’importanza della prevenzione dentale in bambini e adolescenti.

Prevenzione orale pediatricaPrevenzione sin dall’infanzia

La carie dentale è una delle malattie più comuni dell’infanzia, con una prevalenza significativa in molte parti del mondo. Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), circa il 60-90% dei bambini in età scolare soffre di carie dentale a livello globale.

Lo sviluppo dentale nell’infanzia e nell’adolescenza è un processo complesso che coinvolge la crescita e la formazione di denti e di ossa del distretto facciale. I bambini iniziano a sviluppare i primi denti intorno ai sei mesi di vita con la comparsa degli incisivi centrali inferiori. Nel corso dei primi anni di vita erompono gradualmente tutti i venti denti decidui (denti da latte).

Successivamente, intorno ai 6 anni di età inizia il processo di permuta dentale che porta pian piano alla comparsa dei denti permanenti, questo processo continua fino all’adolescenza fatta eccezione per il terzo molare ( dente del giudizio) che eromperà intorno ai 20 anni. Durante questa fase di sviluppo e permuta è fondamentale mantenere una buona igiene orale, seguire una dieta sana e fare regolari visite dal dentista per garantire la salute dentale a lungo termine.

Quando effettuare la prima visita?

La prima visita dal dentista dovrebbe essere effettuata intorno ai 3-4 anni di età. Questo è fondamentale per:

  • impostare una buona routine di igiene orale;
  • ricevere consigli sui bisogni dentali del bambino;
  • identificare eventuali problematiche in maniera precoce come la carie da biberon o anomalie dello sviluppo dentale e scheletrico.

Una visita precoce può aiutare il bambino a familiarizzare con il dentista pediatrico riducendo così l’ansia ed il timore delle future visite, stabilendo un rapporto di fiducia sia con il bambino che con il genitore.

In cosa consiste la prima visita?

Durante le visite regolari il dentista pediatrico o l’ortodontista esegue un esame completo della bocca, controllando i denti, le gengive, la lingua e altre strutture orali per individuare precocemente eventuali problematiche monitorando attentamente la crescita e lo sviluppo dei denti e delle ossa mascellari evitando così l’instaurarsi di carie destruenti, problemi ortodontici e di malocclusione che, se presenti, vanno trattate in maniera tempestiva.

La prevenzione è fondamentale: ad oggi ricopre un ruolo chiave che può prevenire in modo significativo complicanze più gravi che saranno più difficili da trattare in futuro.

Durante le sedute odontoiatriche infantili vengono forniti preziosi consigli sull’igiene orale, sulle corrette tecniche di spazzolamento e l’uso del filo interdentale in base all’età del piccolo paziente.

Anche i genitori hanno un ruolo importante poiché vengono anch’essi istruiti e consigliati su tali procedure e indirizzati, qualora ce ne fosse bisogno, verso una corretta alimentazione in modo da prevenire problematiche legate a patologie orali così da accompagnarli in un percorso atto alla prevenzione precoce.

In conclusione

Le visite regolari dal dentista sono un investimento importante per la salute a lungo termine della bocca, dei denti e della salute generale del bambino.

Promuovere la salute orale è un impegno condiviso che coinvolge genitori educatori e professionisti della salute: è importante perciò instaurare in tal senso una comunicazione aperta tra queste figure.

Prevenzione orale in età pediatrica e adolescenziale

Dott.ssa Katia Mongardi

Odontoiatria

specializzata in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l’Università degli Studi di Firenze e abilitata all´Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Firenze. Si è laureata con una tesi in odontoiatria conservativa

Mostrare di più