OMS: il fumo provoca ogni anno 6 milioni di morti

Secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dell’Istituto Nazionale contro il cancro degli Stati Uniti, il fumo ogni anno provoca la morte di circa 6 milioni di persone. Una strage che tra spese sanitarie e perdita di produttività costa alla collettività circa 1.000 miliardi di dollari.
I dati sono contenuti nello studio “Economia e controllo del tabacco” che tra l’altro evidenzia come le politiche di innalzamento delle imposte possono anche ridurre notevolmente il consumo di tabacco e proteggere la salute delle persone dai principali assassini del mondo, come il cancro e le malattie cardiache. A livello globale sono 1,1 miliardi i fumatori di tabacco: circa l’80% di loro vive nei paesi a basso e medio reddito.
Smettere di Fumare
I ricavi annuali di consumo di sigarette potrebbero aumentare del 47% per un valore complessivo di circa 140 miliardi di dollari, se tutti i paesi elevassero le accise di circa 0,80 dollari a pacchetto. Questo aumento delle tasse farebbe aumentare i prezzi di vendita al dettaglio di sigarette in media del 42%, portando di conseguenza ad un calo del 9% a tassi di fumatori e riducendo fino a 66 milioni il numero di fumatori adulti.
«L’industria del tabacco – spiega Oleg Chestnov dell’OMS – produce e commercializza prodotti che uccidono milioni di persone prematuramente, derubano le famiglie delle risorse che avrebbero potuto essere utilizzate per il cibo e l’istruzione, e imporre costi sanitari immense sulle famiglie, comunità e paesi.»
Fonte dell’articolo: www.quotidianosanita.it.

OMS: il fumo provoca ogni anno 6 milioni di morti

You May Also Like