Adenoidi nei bambini: sintomi e rimedi

adenoidi nei bambiniLe adenoidi nei bambini possono aumentare di volume o infiammarsi per diverse ragioni: può darsi che siano più grandi già dalla nascita o aumentano in caso di un’infiammazione e possono rimanere gonfie anche dopo aver “lottato” per l’infezione.

Cosa sono le adenoidi e quando c’è da preoccuparsi? ne abbiamo parlato con la dott.ssa Ana Buongiorno, specialista in otorinolaringoiatria di Rete PAS.

Dove si trovano e a cosa servono le adenoidi?

Le adenoidi sono strutture che si localizzano nella parte superiore della gola, dietro il naso.

Il loro ruolo è importante nella protezione di infezioni, particolarmente nei bambini funzionano come “filtro” contro batteri e virus che entrano dal naso.

A partire dai 7-8 anni iniziano a diminuire di volume dato che il bambino sviluppa altri tipi di protezioni.

Cos’è l’ipertrofia adenoidea e quali sono le sue conseguenze?

L’ipertrofia delle adenoidi si riferisce a uno sviluppo progressivo dei tessuti adenoidei che produce diminuzione dello spazio della rinofaringe (struttura dietro il naso dove passa l’aria verso i polmoni e anche verso le orecchie) al punto che tale ostruzione si manifesta con:

  • Russamento durante la notte e nelle forme più gravi apnee del sonno (pause della respirazione diverse volte durante il sonno);
  • Difficoltà a respirare dal naso, con conseguente voce nasale: il bambino inizia a respirare dalla bocca per dormire e nei casi più gravi anche durante il giorno;
  • Senso di ovattamento auricolare “orecchio tappato”: il bambino piccolo può avvertire come un fastidio a volte anche doloroso, con difficoltà a sentire da lontano, si fa ripetere le parole, si avvicina o alza il volume della TV, parla più forte (urlando), questo perché può avvenire l’ostruzione della normale ventilazione alle orecchie attraverso la Tuba di Eustachio, e disturbare il normale meccanismo di produzione e flusso delle secrezioni auricolari a livello della cassa timpanica, favorendo un accumulo di secrezioni (catarro nell’orecchio);
  • In quelli più grandicelli, che vanno a scuola, si evidenzia come una diminuzione dell’udito: presentano difficoltà a capire l’insegnante e a pronunciare bene certe parole, nei dettati, ecc.
  • Può favorire infiammazione e infezioni frequenti delle orecchie con dolore, febbre e a volte arrivare anche alla perforazione delle membrane timpaniche con fuoriuscita dei catarri e secrezioni verso l’esterno delle orecchie.

Come si diagnosticano le adenoidi ipertrofiche?

Per sapere se il bambino ha le adenoidi ipertrofiche l’otorinolaringoiatra effettuerà una visita, durante la quale:

  • verrà chiesta la storia clinica del bambino compresi i sintomi e disturbi che presenta;
  • verranno esaminate orecchie, collo, bocca e gola (considerando che le adenoidi si trovano dietro la gola, il medico non può vederle attraverso la bocca, e per tale valutazione si può avvalere di diversi strumenti quali piccoli specchietti, endoscopia (tubo lungo sottile e flessibile con luce) e radiografia.

Quali sono i rimedi per le adenoidi nei bambini?

La terapia dipende dal fattore che sta causando il problema.

Se i sintomi non sono seri, è possibile che il bambino non abbia bisogno di nessuna terapia e basti cercare di evitare le situazioni che favoriscono le infiammazioni o infezioni delle adenoidi.

Se invece richiedesse un trattamento potrebbe essere prescritta una terapia locale con spray nasale per diminuire il gonfiore o antibiotici, se lo specialista identifica una situazione di infezione batterica.

Quando è necessario un intervento per le adenoidi?

Potrebbe essere necessaria un’operazione chirurgica delle adenoidi (adenoidectomia) solo nei casi in cui il bambino:

  • Presenta infezioni ripetute delle adenoidi, che possono portare a infezioni delle orecchie (accumulo di liquido e catarro);
  • Se gli antibiotici non riescono ad eliminare le infezioni delle adenoidi;
  • Se le adenoidi ipertrofiche ostruiscono notevolmente le vie respiratorie;

Se ci fossero anche problemi con le tonsille potrebbe essere raccomandato un intervento di tonsillectomia nello stesso momento.

Dopo l’intervento il bambino generalmente va a casa nello stesso giorno. Probabilmente sentirà un po’di dolore alla gola, alito pesante e secrezioni dal naso. Potrebbe avere bisogno di diversi giorni per sentirsi meglio.

Prenota una visita otorinolaringoiatrica

Per diagnosticare le adenoidi ipertrofiche è necessario effettuare una visita otorinolaringoiatrica. La dott.ssa Ana Buongiorno effettua visite otorinolaringoiatriche anche per bambini presso le sedi ambulatoriali di Rete PAS.

Per prenotare è necessario chiamare il numero unico 055 71.11.11 oppure online su portale.retepas.com

Leggi anche:

Adenoidi nei bambini: sintomi e rimedi