Endometriosi: cos’è e come riconoscerla

“L’endometriosi è una malattia molto diffusa ma poco conosciuta, interessa circa il 10% (190 milioni) delle donne e delle ragazze in età riproduttiva a livello globale. In Italia si stima ne siano affette oltre 3 milioni di donne.” (Fonte Ministero della Salute)

Anche in questi casi porre l’attenzione su tale patologia per sensibilizzare le persone risulta molto importante.
Ma cosa significa endometriosi? Di cosa si tratta e in cosa consiste? Lo abbiamo chiesto alla dottoressa Sabrina Caini, specializzata in ginecologia e ostetricia, medico di Rete Pas.

Cos’è l’endometriosi?

R: “L’endometriosi è una malattia che colpisce le donne in età fertile, caratterizzata dalla presenza di endometrio, che è il tessuto che ricopre normalmente esclusivamente la cavità uterina, all’esterno dell’utero.

La localizzazione più frequente è l’ovaio, dove si forma una tipica cisti detta endometrioma. Si possono trovare focolai di endometriosi in molte altre sedi, per lo più a livello della pelvi, ma a volte anche in sedi anomale come per esempio nella pleura (la membrana che ricopre i polmoni).”

Quali sono i principali sintomi?

R: “Secondo recenti studi, l’endometriosi si riscontra nel 10-15% delle donne tra i 15 e i 50 anni, può andare da quadri lievi a quadri molto gravi che compromettono fortemente la qualità della vita della paziente, sia per l’aspetto sintomatologico che per il potenziale impatto negativo sulla fertilità.

I sintomi che accompagnano questa patologia sono molteplici, i più comuni sono:

  • dismenorrea: il dolore mestruale è il sintomo più comunemente riferito, che può, a volte, essere così forte da costringere le pazienti a letto durante i giorni del ciclo;
  • dispareunia, ovvero dolore durante i rapporti;
  • dolore alla defecazione, e talvolta alla minzione, in particolare quando ci sono delle localizzazioni vicino all’intestino o alla vescica,
  • infertilità o subfertilità : in più del 30% delle donne infertili o che hanno difficoltà a concepire si ha diagnosi di endometriosi”.

Come viene diagnosticata e trattata l’endometriosi?

R: “La diagnosi di endometriosi non è semplice: attualmente l’ecografia transvaginale rappresenta l’indagine diagnostica di prima scelta da effettuare, nei casi in cui il ginecologo valuti che il quadro clinico della paziente sia riconducibile a questa patologia.

Per quanto riguarda i trattamenti, per ora non esiste una terapia che permetta di guarire dall’endometriosi. I trattamenti che si possono effettuare sono di tipo farmacologico o, nei casi più gravi o comunque in particolari condizioni cliniche, di tipo chirurgico.

La scelta della terapia deve essere attentamente ponderata in base al quadro clinico e strumentale della paziente, il profilo di sicurezza dei farmaci nel lungo termine, e alle esigenze della singola donna.”

Prenota i controlli ginecologici

Tra le specialistiche presenti all’interno degli ambulatori di Rete Pas vi è la ginecologia con visite ed esami diagnostici per il benessere della donna.

Attualmente la dott.ssa Sabrina Caini riceve presso gli ambulatori Rete Pas di Scandicci, di Firenze Isolotto, di Firenze Le Piagge e di Campi Signa per visite ginecologiche e ostetriche oltre che per ecografie pelviche.

Per prenotare è necessario chiamare il numero unico 055 71.11.11 oppure online su portale.retepas.com

Endometriosi: cos’è e come riconoscerla
Condividi su: