Gambe gonfie in estate? qualche consiglio utile

Con la bella stagione e l’aumento delle temperature è facile accusare pesantezza alle gambe. Una situazione abbastanza comune soprattutto tra le donne che stanno molte ore in piedi e usano tacchi alti. In questi casi è opportuno fare una visita con un chirurgo vascolare per eliminare eventuali patologie e disturbi.

Di cosa si tratta

Gambe pesanti, caviglie gonfie e doloranti con vene in evidenza sono la conseguenza di una dilatazione dei vasi sanguigni che rendono più difficile il ritorno venoso verso il cuore; questo meccanismo incrementa il ristagno nelle gambe che aumenta per effetto del caldo stagionale.
Il senso di pesantezza che si avverte in estate e soprattutto a fine giornata è molto comune se, a questo, si aggiungono altri sintomi come:

  • dolore;
  • arrossamento della cute;
  • crampi notturni;

è importante quindi effettuare una visita specialistica e avvalersi di esami come l’ecocolordoppler per identificare problemi circolatori.

Rimedi e trattamenti

Per risolvere il problema e avere gambe più sane un ottimo alleato rimane sempre la prevenzione:

  • non essere sovrappeso;
  • non indossare calze o indumenti troppo stretti;
  • fare attività fisica;
  • non indossare tacchi alti a lungo;
  • evitare il fumo.

Inoltre per il benessere delle nostre gambe bastano piccoli accorgimenti che possono aiutare a migliorare la circolazione:

  • evitare di stare fermi a lungo;
  • bere molta acqua;
  • evitare o diminuire l’uso del sale;
  • sollevare frequentemente le gambe nei momenti di riposo;
  • camminare a passo regolare per almeno 20 min di seguito;

Infine vi sono dei trattamenti specifici di fisioterapia che possono essere d’aiuto nel risolvere il problema come ad esempio le sedute di massoterapia o di linfodrenaggio.
 

Gambe gonfie in estate? qualche consiglio utile
Condividi su: