Smartworking: attenzione alla salute degli occhi

Dopo quasi un anno ormai, siamo consapevoli che la pandemia ha riformulato i nostri ritmi e le nostre abitudini, compreso il nostro modo di lavorare che, è stato svolto sempre di più da casa, in modalità smartworking.

Ovviamente lavorare da casa ha i suoi vantaggi come ad esempio quello di modulare il tempo in base ai propri bisogni organizzando cosi al meglio la propria giornata; tuttavia, stare molte ore davanti al pc, seguendo anche interminabili videocall, può diventare stressante e faticoso soprattutto per la vista.

La salute degli occhi non va mai sottovalutata e un elevato numero di ore davanti al pc può portare l’occhio a diventare più secco e stanco.

Per questo m

otivo, avere piccole buone abitudini da osservare per alleviare la stanchezza oculare può risolvere l’affaticamento o il mal di testa causati dalla continua ed elevata esposizione alla luce del computer:

  1. Mentre si lavora davanti al pc, le palpebre tendono a rimanere sempre fisse, pertanto è i
    mportante che ogni 15-20 min si distolga lo sguardo dalla luce dello schermo e si chiudano gli occhi, per farli riposare;
  2. Per dare sollievo agli occhi ed evitare secchezza e fastidio è possibile lubrificare l’occhio con delle semplici lacrime artificiali reperibili in farmacia
  3. Come per la schiena anche per la vista è importante avere una buona postazione. Evitare riflessi sullo schermo e quindi allontanare la postazione notebook dalla finestra, prediligendo una luce più soffusa in tutto l’ambiente.
  4. Assicurarsi una certa distanza dallo schermo in modo tale da non evitare quella fastidiosa tensione nella messa a fuoco.
  5. Per chi porta gli occhiali è importante tenerli sempre puliti e lucenti
Smartworking: attenzione alla salute degli occhi
Condividi su: