Quattro cose da sapere sull’acne da da mascherina

Il covid-19 ormai è il protagonista indiscusso delle nostre vite, a tutela della nostra salute è ormai necessario attuare delle piccole ma indispensabili misure quali il distanziamento sociale, il lavaggio frequente delle mani e l’utilizzo della mascherina.

Quest’ultima è diventata essenziale per contenere la diffusione del virus e per far diminuire la temuta scala dei contagi. Come tutti i dispositivi di protezione individuale anche la mascherina causa dei lievissimi effetti a cui però è possibile porre rimedio.

Uno dei più frequenti è l’acne da mascherina o come viene definita adesso la maskne. Si tratta sostanzialmente della comparsa di brufoletti o punti neri sulla zona coperta, interessa appunto guance, contorno labbra, naso e mento.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta:

Perchè si forma la maskne?

Indossando la mascherina, l’umidità che generiamo da naso e bocca si accumula mentre parliamo o respiriamo, pertanto il tessuto inumidito, a contatto con la pelle, favorisce la chiusura dei pori portando così ad un accumulo di sebo. È questo processo a portare la formazione di punti neri e brufoli.

Come prevenire l’acne da mascherina?

Come abbiamo già detto, non è un problema irreversibile e pertanto bastano dei piccoli accorgimenti e delle piccole cure in autonomia.

È consigliato prima di indossare la mascherina di procedere con una semplice routine: lavare il viso con un detergente e passare una crema idratante. Se si soffre già di problemi dermatologici è importante rivolgersi ad un medico qualificato per procedere con il percorso più adeguato.

Quale mascherina usare?

La prima regola da non sottovalutare è l’importanza di indossare una mascherina monouso e pulita, questo aiuta a prevenire la comparsa della Maskne.

Le mascherine chirurgiche, sono più adatte perchè possono essere sostituite frequentemente, pertanto minimizzano la possibilità che il sebo e lo sporco si concentri nello strato a contatto con la pelle del viso.

Le mascherine FFP2 e FFP3 hanno una perfetta aderenza, pertanto possono portare ad un rischio più elevato a causa dell’attrito e dell’accumulo di umidità.

In generale la mascherina non dovrebbe essere troppo stretta e qualora si preferisca uan mascherina in stoffa è necessario lavarla dopo ogni utilizzo.

Consigli pratici

Quando si presentano, punti neri o foruncoli non bisogna mai schiacciarli, tale pratica, se non effettuata in modo corretto può favorirne la comparsa.

È sempre buona norma dedicare il giusto tempo alla cura del viso magari con una pulizia professionale.

Evitare di toccare il viso o le parti interessate da maskne.

 

Quattro cose da sapere sull’acne da da mascherina
Condividi su: