Le 5 fake news sul cibo da sfatare

Nell’ultimo periodo ci siamo fatti trascinare nel vortice delle fake news, dalla società, alla politica passando per l’economia, le fake news non hanno tralasciato nessun campo. Anche per quanto riguarda il benessere e la nutrizione molte sono ancora le falsità che circolano. Bufale ben confezionate e divulgate da mettere alla prova anche le menti più acute.

Abbiamo pensato di parlare dell’argomento con alcuni dei nostri nutrizionisti Rete Pas, come il dott. Lorenzo Dal Canto e tra le tante notizie che abbiamo trovato ne abbiamo analizzate 5:

1) Mangiare carne fa male e provoca malattie

Falso. Non esiste nessun dato scientifico che confermi che mangiare carne fa male all’organismo anzi, il tutto deve essere integrato in una buona dieta. Per quanto riguarda il rischio tumorale l’OMS si è espressa dicendo che è possibile mangiare 700 grammi di carne rossa a settimana senza incorrere in alcun rischio di salute.

2) I grassi fanno male

Falso. Non tutti i grassi fanno male, anzi una dieta equilibrata deve fornire anche una giusta dose di grassi “buoni” che appunto fanno bene alle necessità del nostro organismo.

3) Eliminare il glutine fa dimagrire

Falso. Se non ci sono dei problemi di salute, come la celiachia o la sensibilità al glutine diagnosticata da un medico, ridurre, o addirittura eliminare, il glutine dalla propria dieta può condurre a un regime dietetico molto restrittivo, in alcuni casi sbilanciato perché quasi del tutto privo della fonte principale di energie.

4) Lo zucchero di canna non fa ingrassare

Falso. Molti credono che rispetto allo zucchero bianco, quello di canna sia più salutare, in realtà le due tipologie di zucchero hanno le stesse caratteristiche nutrizionali e le stesse calorie.

5) I carboidrati non vanno mangiati a cena

Falso o non completamento giusto. Sfatiamo questo falso mito che ritroviamo spesso tri i vari guru del fitness. I carboidrati vanno assunti con regolarità durante la giornata, dalla colazione a cena. Quello che conta è il bilancio totale totale e il tipo di carboidrati da assumere nelle varie fasi della giornata. In generale è meglio non concentrarli, in una o poche assunzioni, in modo da evitare pericolosi picchi glicemici.

Per una corretta alimentazione rivolgersi sempre ad un medico specializzato in nutrizione e non credere a quei falsi miti divulgati dalla rete.

 

 

Le 5 fake news sul cibo da sfatare