Coronavirus: operativi ma con alcune limitazioni

Per il benessere dei pazienti, la Fondazione Pas insieme alla Direzione Sanitaria ha deciso, in questo momento delicato, di intervenire in alcune delle proprie aree di competenza procedendo all’attuazione di misure ad hoc precauzionali che prevedono la chiusura temporanea di alcuni servizi e attività con la relativa diminuzione degli orari.

Vengono infatti sospese alcune attività che hanno carattere preventivo e non hanno carattere urgente come la tricologia, la medicina estetica, la medicina dei trasporti (per il rinnovo delle patente) e la medicina dello sport per le attività agonistiche. A ciò si aggiunge anche la chiusura di alcune sedi e la riorganizzazione in altre con relativa diminuzione di alcuni professionisti in modo da assicurare flussi ridotti.

Dopo le ultime disposizioni legate alla diffusione del coronavirus, e con la contrazione di alcuni servizi pubblici degli ospedali fiorentini, le strutture convenzionate come la nostra devono rimanere attive, seppur con orari e attività ridotte, in modo che il Servizio Sanitario Regionale possa continuare ad assicurare le generiche attività. Pertanto Rete Pas continua a portare avanti gli impegni presi e assicurare le prestazioni essenziali ai cittadini.

Ricordiamo che, tra le misure preventive attuate vi è, ad esempio, una più attenta e curata sanificazione delle sale d’attesa e degli spazi a comune.

Pertanto chiediamo di non affollare le sedi ambulatoriali, venire agli appuntamenti senza accompagnatori e contattare sempre il numero unico Pas 055 71.11.11, che è stato potenziato per l’occasione, per prenotare una prestazione.

Per poter garantire tutto questo, i nostri operatori sanitari, impegnati nelle attività cliniche, sono stati dotati di misure di protezione mentre a tutti gli utenti che hanno accesso ai nostri ambulatori per effettuare delle prestazioni sanitarie viene somministrato un questionario da compilare prima di entrare nelle strutture e vengono dotati di mascherine chirurgiche.

Al momento, stiamo cercando di svolgere nel migliore dei modi la nostra parte in questa drammatica emergenza con senso di responsabilità e pronti a rivedere le misure adottate sulla base prima di tutto delle valutazioni della direzione sanitaria che è costantemente attiva.

Coronavirus: operativi ma con alcune limitazioni