Analisi del sangue: quando e come farle

Una buona preparazione prima di effettuare un prelievo del sangue contribuisce in modo rilevante all’accuratezza della diagnosi, al contrario, il mancato rispetto di alcune semplici regole può causare l’alterazione dei parametri da analizzare.

Come prepararsi

Poche e semplici sono le regole da seguire e nel caso in cui queste non vengano attuate è sempre opportuno parlarne con il proprio medico.

  1. È consigliabile, per quasi tutti gli esami ematici generali, un periodo di digiuno che è più o meno di 8 ore, durante il quale è importante bere molta acqua.
  2. Nei giorni precedenti al prelievo del sangue si chiede di osservare una dieta eliminando gli eccessi, povera di grassi e zuccheri.
  3. I giorni prima dell’esame vanno evitati sforzi fisici estenuanti, mentre la semplice attività fisica leggera non va ad inficiare la diagnosi. È assolutamente da evitare sauna o bagnoturco il giorno prima delle analisi, in quanto possono determinare emoconcentrazione ed alterare i risultati del test.
  4. Prima di effettuare l’esame del sangue è importante parlare con il medico se sospendere l’assunzione di eventuali farmaci o integratori, qualora questi potessero alterare in qualche modo la diagnosi.
  5. Al momento delle analisi è opportuno, inoltre, dire all’infermiere eventuali condizioni che si discostano dalla normalità, come vomito, febbre, ansia o diarrea.

Quando

Per mantenere uno stato di salute sano e controllato è opportuno eseguire periodicamente le analisi del sangue. In un soggetto sano, è consigliabile un controllo annuale.

Dove

Negli ambulatori Rete PAS di Firenze Nord e Firenze Le Piagge è possibile eseguire tutti gli esami ematici generali a tariffe vantaggiose e con tempi di attesa minimi

Analisi del sangue: quando e come farle
Condividi su: